RESVERATROLO

Blog informativo sul Resveratrolo, antiossidante naturale dell'uva e del vino rosso

RESVERATROLO header image 1

RESVERATROLO: tutte le domande e le risposte

· info

FAQ RESVERATROLO

Cos’è il resveratrolo?

Il resveratrolo è una molecola di origine vegetale estratto principalmente dal Polygonum Cuspidatum, una pianta che già gli antichi conoscevano e usavano per le sue proprietà lassative. Le radici di questo vegetale contengono un’elevatissima concentrazione di resveratrolo, in quantità anche 400 volte superiori rispetto a quelle dell’uva e del vino, altre due sostanze in cui questo polifenolo è presente. Il resveratrolo si trova inoltre nelle bacche, nelle arachidi e nei pinoli. Da ormai diversi anni questa sostanza ha attirato l’attenzione dei medici e dei ricercatori, poiché molti studi condotti in vitro ne hanno dimostrato le numerose proprietà benefiche.

Il resveratrolo è presente in tutti i vini?
Il resveratrolo è contenuto in tutti i vini, ma la sua quantità è molto variabile. Innanzitutto bisogna specificare che questa molecola è contenuta in misura maggiore nel vino rosso rispetto a quello bianco, poiché si trova essenzialmente nelle bucce e nel vino bianco la fermentazione avviene senza che il mosto entri in contatto con esse. Anche nei vini rossi però la quantità è variabile: nei vigneti coltivati ad altitudini più elevate il contenuto di resveratrolo è superiore, così come in quelli in cui c’è stata meno concimazione di tipo azotato. Si è inoltre notato che la quantità è maggiore condizioni di attacco di malattie fungine o batteriche.
Come sono state scoperte le proprietà del resveratrolo?
Il resveratrolo è stato individuato nella ricerca riguardante il cosiddetto paradosso francese: si era infatti notato che la popolazione residente nella parte meridionale della Francia, nonostante avesse un’alimentazione quotidiana simile a quella di alcuni stati americani era meno soggetta a malattie di tipo cardiovascolare. Visto che i francesi sono grandi consumatori di vino rosso, è stata fatta un’indagine scientifica su questa bevanda, scoprendo così che conteneva il resveratrolo.

Quali sono le proprietà del resveratrolo?
Il resveratrolo ha numerose proprietà benefiche. Innanzitutto ha un’azione antinfiammatoria e antiossidante; ha un’azione protettiva contro le patologie cardiovascolari e rallenta le malattie tumorali; abbassa la quantità di colesterolo presente nel sangue e è importante per la pelle, poiché stimolando la produzione di collagene, aiuta a ridonarle tono e lucidità e a contrastare i segni dell’invecchiamento.

Come assumere il resveratrolo?
Per godere dei benefici del resveratrolo non è sufficiente il classico bicchiere di vino che i medici raccomandano di consumare ai pasti: il problema è che per poterne trarre beneficio, la quantità di vino bevuto dovrebbe essere altissima. La quantità di resveratrolo dovrebbe infatti aggirarsi intorno ai 50 mg: per ottenere tale risultato dovremmo bere al giorno più di due litri di vino rosso, con effetti collaterali molto gravi, specialmente a danno del fegato. Per ovviare a questo inconveniente basta assumere il resveratrolo sotto forma di integratore alimentare in compresse: in questo modo si possono ottenere benefici senza effetti collaterali.

Resveratrolo e capelli
Recentemente sono stati studiati gli effetti dell’applicazione topica del resveratrolo: è stata evidenziata la capacità del resveratrolo di stimolare la proliferazione cellulare e la produzione di collagene da parte delle cellule con un miglioramento del tono della pelle e con un generale effetto antiaging. Il Polygonum è ritenuto una pianta sicura.

Resveratrolo controindicazioni
Gli studi farmacologici e clinici disponibili non riportano tossicità, nè effetti collaterali significativi e non sono note controindicazioni particolari, eccetto per l’ipersensibilità individuale. Non va comunque assunto mai in gravidanza e durante l’allattamento.

Tags: ·····